:Malattia e autoguarigione

Cercheremo ora di dare una visione più completa e reale di che cosa è la malattia e di come insorge, per farlo bisogna allontanarsi dal problema e osservarlo da  lontano, sino a vederne l'origine.

 

Capiremo che in realtà, l'origine di ogni malattia- malessere è la resistenza all'Amore.

 

In questa era di sperimentazione, quello che l’umanità deve imparare è “arrendersi” al Cuore, al proprio sentire, sino a fondersi e identificarsi in esso, sino all'Io SONO cioè a Essere il Cuore stesso, l'Amore.

Abbandonandosi e identificandosi nella voce della coscienza impersonale, di nulla più ci si deve preoccupare, poiché essa soddisfa pienamente ogni necessità della nostra esistenza.

Non bisogna più voler controllare il Cuore, non è possibile anche volendolo: se io provo e sento una cosa dentro di me , posso decidere con la mente di non ascoltarla o di controllarla, ma essa c'è comunque, che io lo voglia o no quella cosa è la Verità, e non parlo di emozioni, parlo di coscienza.

 

Ogni volta che qualcosa rimane chiuso in noi, che non viene detto, che rimane irrisolto dentro di noi, ogni volta che non perdoniamo qualcuno, ogni volta che proviamo rancore, astio, invidia , gelosia, paura e tutte le emozioni derivanti mettiamo le basi per la malattia, come lasciare aperto un rubinetto di acido che lentamente raschia e corrode il nostro essere dall'interno!

 

Vorrei utilizzare questa bellissima metafora per far comprendere il meccanismo della malattia: immaginate di avere il tetto di casa con un buco e che quindi quando piove perde acqua. Per risolvere il problema, la nostra generica educazione di sistema, ci insegna a mettere un secchio per raccoglierne l'acqua (ossia tutti i prodotti e tecniche  olistiche,  terapie di vario genere, dal massaggio, alla psicoterapia ecc), e una volta che il secchio è pieno ne mettiamo un altro e cosi via.. Per di più molti di questi secchi sono anch'essi già buchi e quindi dovrà piazzarci intorno altri contenitori (farmacologia classica). Non veniamo educati ad andare sul tetto ad affrontare e sistemare la reale problematica..

Questa problematica principale nasce sempre a livello più sottile, spirituale. Non sapendo, o ignorando questo, si creano dunque tutte le altre dinamiche che sono dei circuiti che non si arrestano mai, o che ciclicamente si riproporranno nella propria vita. Questi circuitidovranno continuamente essere alimentati da queste terapie, creando cosi dipendenza nell'assistito, ottenendo cosi, commercialmente parlando, una fidelizzazione.

Prendere coscienza di come non creare più questi circuiti(situazioni-dinamiche), è alquanto sconveniente a tutto il sistema terapeutico-farmaceutico-politico-economico oggigiorno organizzato, ed è per questo che in modo più o meno cosciente non viene divulgato.

Con questo non voglio accusare niente e nessuno, cosi come non deve diventare una scusa per dare la colpa a qualcosa fuori di noi (cosa in cui si è “maestri” nella terra). Ognuno di noi è parte del sistema e contribuisce a crearlo con le proprie scelte.

 

Non serve dare le colpe, ma serve osservare, imparare e cambiare, ognuno pensi a se.

 

Quando capiremo che ognuno “fa i conti” con la propria coscienza allora forse inizieremo a pesare diversamente le nostre scelte, questo non come una rinuncia, uno sforzo, o un sacrificio, ma comprendendo semplicemente il principio universale di azione reazione; quando capiremo di ESSERE la nostra coscienza, allora saremo coscienti di essere “Dio”.

 

 

L'anima è energia che viaggia nello spazio tempo. Arriva qui sulla terra dopo aver scelto di sperimentare l'esperienza terrena che consente di imparare più velocemente rispetto ad altre dimensioni..

L'obiettivo dell'anima è quello di trovare l'illuminazione, di vivere nell'Amore, nella Verità e nella conseguente libertà; ciò porta a essere uniti e gioiosi, a vivere il “Paradiso”!

Nella nostra cultura prevalentemente cristiana, potremmo dire che l'obiettivo della nostra anima è quello di arrivare a vivere nella coscienza in cui vive Gesù, la coscienza CRISTICA.

 

Ogni qualvolta non siamo nella Verità (la voce del Cuore, quello che si sente dentro), si crea separazione tra io e Dio, poiché Dio parla attraverso il Cuore e nasce cosi il conflitto interiore, il malessere.

Malessere che si manifesta in vari modi: da pensieri ossessivi, a emozioni(depressione, tristezza, ansia....) o dolore fisico. 

Tradotto più terrenamente: ogni qualvolta si mente a se stessi o agli altri per paura, giudizio, per le conseguenze che dire la  Verità comporta e per mille altri fattori, si contribuisce ad accettare e alimentare il sistema illusorio creato dall'uomo stesso nel corso della sperimentazione dell'esistenza e che porta poi  appunto al malessere.

Ora immagina di parlare a te stesso: fino a che non prendo in mano la mia Vita e decido di assecondare l'obiettivo primario della mia anima, concentrando tutte le mie forze per agevolare ciò, lasciando completamente il mio egoistico volere, la mia individuale personalità piena di paure e di limiti, abbandonandomi completamente alla voce del Cuore,  dell'Amore, della giustizia (unica vera libertà) continuerò a vivere e ripetere esperienze che mi porteranno sempre allo stesso punto, sino che  il mio ego e la mia personalità, stanche e “umiliate” cederanno alla Verità dell'impersonale voce Divina.

 

L'anima guida e che io lo voglia o no, ciò che mi chiede è di ascoltare e assecondare il Cuore, la voce interiore! Prima lo assecondo e mi arrendo all'Amore, prima troverò la completezza di ciò che invece improduttivamente ho sempre cercato al di fuori, prima lo assecondo prima troverò la pace e la felicità!

 

Svegliamoci da questo letargo, e creiamo un mondo nuovo, non domani o dopo ma ora!

 

Risvegliarsi, muoversi da una situazione di stasi comporta probabilmente il pagare il giudizio di qualcuno, perchè ci si è mossi, ma bisogna avere il coraggio di cambiare. Non bisogna farsi ricattare dai sensi di colpa, perchè l'illusione è molto furba e si infiltra ovunque, in tutte le piccole fessure che lasciamo aperte(debolezze). Dobbiamo quindi riempire ogni fessura del nostro essere dall'interno di pura Luce-Amore in modo da non lasciare nessuna crepa aperta.

Vi vuole un atteggiamento vigile e costante di supervisione cosciente, dove lasciare che il Cuore inondi e riempia tutta la nostra essenza.

 

Quando non riesci a comunicare qualcosa perchè pensi che qualcuno non ti possa comprendere, sei arrogante, pensa piuttosto a quale sarebbe il prezzo che dovresti pagare per comunicare e dire la Verità. Quanto farebbe “soffrire”?

Siamo arrivati al punto che dobbiamo pensare di avere coraggio per dire la Verità.

La Verità è Verità anche se io mento e continuo a portare avanti una situazione di menzogna, in realtà cosi facendo non vivo, sono nell'illusione poiché ciò che non è vero è illusorio!

In realtà la Verità è l'unica cosa che libera, anche se apparentemente può creare sofferenza e disagio.

Il pensare che la “Verità fa male”, è la più grande illusione che l'uomo si è costruito nel corso degli anni ed è per questo che il mondo naviga nella menzogna e nell'illusione!

 

Il ciclo si interrompe quando ho compreso.

 

Per guarire bisogna comprendere e agire , accettare la Verità e ritrovare la libertà !

 

Molte persone vogliono togliersi il dolore (attraverso farmaci e terapie), ma non vogliono guarire (affrontare la Verità)!!

 

Al posto che lavorare per togliere i dolori, bisognerebbe lavorare per evitare di crearli, la migliore prevenzione è ascoltare il Cuore!

 

 

PREVENZIONE:

Partiamo dal presupposto che stare bene è una personale responsabilità, verso sé stessi e verso gli altri.

Se tu stai bene, le persone intorno a te stanno bene, poiché è quello che trasmetti loro. Mentre se uno dei tuoi cari sta male anche tu stai male, nel senso che ti dispiaci per lui e tendi a avvicinarti a quella frequenza.

Non è  forse più bello gioire per una persona piuttosto che dispiacersi per lui?

 

 Ricordiamoci che siamo tutti interconnessi.

 

SALUTE è sinonimo di INDIPENDENZA,  indipendenza è sinonimo di LIBERTA' e libertà è sinonimo di FELICITA'.

Per essere libero dunque non devo dipendere da nessuno e nessuno deve dipendere da me, preferisci che qualcuno rinunci alla sua libertà per doverti accudire, o preferisci che abbia il piacere di condividere la tua gioia?

 

Uno dei principali aspetti su cui lavorare per un discorso di prevenzione alla malattia è l'ignoranza!

Fino a che uno non sa, farà delle scelte di un certo tipo, ma nel momento che sa, potrà fare consapevolmente delle scelte diverse.

Molto è stato il lavoro di disinformazione o di informazioni sbagliate che  hanno portato il mondo a essere come è oggi, non è forse il caso di farsi qualche domanda?

Bisogna quindi avere la volontà di INFORMARSI!

Il problema è che le fonti di informazioni piu ordinarie, vedi Tv o riviste sono facilmente manipolati e il  messaggio che danno non è diciamo troppo puro, ne disinteressato (per essere molto buono con i termini).

Bisogna cercare quindi di documentarsi il piu possibile da fonti obiettive e credibili.

 

 L'unica vera e infallibile Fonte è il nostro Cuore, il nostro unico vero Maestro .

 

Quelle che non prendono mai farmaci, questo cosa vuole dire? Il corpo ha la capacità di debellare autonomamente più del 90 % delle malattie..  io dico il 100%,  quando io lo lascio lavorare da solo si rinforza e produce delle ottime difese immunitarie, se non lo lascio lavorare, ma do sempre degli stimoli dall'esterno, il corpo non ha la possibilità di rinforzarsi. Funziona proprio come se fosse una palestra, se per spostare un peso chiedo sempre l'aiuto di qualcuno o lo pago

 

Molti degli antiinfiammatori per di più oltre a danneggiare lo stomaco , indeboliscono l'intestino, che ha delle funzioni immunitarie importantissime, quindi diventerà poi praticamente obbligatorio l'uso di altri farmaci per coprire l'effetto dei precedenti e cosi via..

Proviamo a spiegarlo attraverso una metafora:  se offri da bere un bicchiere d'acqua sporca ad uno che sta morendo di sete, egli lo berrà, ma se gliene offri uno di acqua sporca e uno di acqua pulita sicuramente sceglierà quello di  acqua pulita...

Cosa voglio dire? Che non devo arrivare alla condizione di dovere morire di sete.

La prevenzione fa proprio questo, cioè evita di farmi arrivare a quelle condizioni dove potrebbero offrirmi bicchieri di acqua sporca. Oltretutto una buona prevenzione dovrebbe anche dare le capacità di poter riconoscere e scegliere  il bicchiere di acqua pulita in caso di necessità.

La malattia si nutre innanzi tutto di rancore, rabbia, senso di colpa, odio, invidia e tutto quello che ne deriva.. La più grande delle prevenzioni quindi è cercare di vivere in modo amorevole, libero e sincero cercando di non trattenere nulla, ma trasformando ed esprimendo quello che sentiamo, con gentilezza e Amore.

Oltre a ciò naturalmente, uno stile di vita salutare tra alimentazione, attività fisica e cura del corpo,  è alla base del benessere.

Tutte queste attività hanno un unico comune denominatore che è quello della VOLONTA' .

 

Ilvostro spirito ha bisogno di cure tanto quanto il vostro corpo fisico, ed è una parte che molti di voi hanno dimenticato in un cassetto. Eppure dare attenzione alla vostra anima vi permetterebbe di vivere meglio, e molte malattie verrebbero debellate ancora prima che si manifestino nel vostro corpo fisico. Se mantenete in salute la vostra anima, anche il vostro corpo sarà in salute perché non è altro che un riflesso di essa.

Tutte le malattie che si manifestano fisicamente,ancor prima vengono manifestate spiritualmente, e attraverso la cura dello spirito riuscirete a debellare la malattia alla radice, poiché  la manifestazione fisica non è altro che la punta dell’iceberg.

La consapevolezza è sufficiente a debellare un grande male. Con questo voglio puntualizzare che solo voi potete guarirvi, nessuno all’infuori di voi lo può fare. I vostri guaritori, medici ecc... vi indicano la via per la guarigione, ma solo voi potete percorrerla; è un processo di ricombinazione di consapevolezze di cui siete i signori e padroni. Quando guarite da un grande male, ancor prima di ringraziare i vostri guaritori o medici, ricordatevi di ringraziare voi stessi; voi siete i fautori della vera guarigione,poiché attraverso le vostre coscienze, avete aperto nuovi spazi all’esistenza che state percorrendo. Dovete essere pronti a questi cambiamenti repentini di coscienza; state attraversando un periodo molto particolare della vostra esistenza.

Il vostro corpo è luce.

Nel vostro corpo di luce, l’illusione del tempo svanisce; avvertirete che le“lancette del tempo” si dissolveranno nell’eterno presente. Le emozioni, e tutto ciò che è legato ad esse, si amplificheranno. Questo

è il segno del risveglio animico e della presa di coscienza del vostro corpo di luce, e si sta rendendo conto di ciò che realmente è. I vostri occhi lacrimeranno senza motivo, passerete delle ore contemplando il vuoto, ove scorgerete l’immensità del grande essere. Noterete che vi sentite distanti dal vostro corpo, come se rivolgeste lo sguardo al film della vostra vita.

Inizierete ad osservare le cose e le persone per quello che veramente sono, le vedrete proiettate nella loro anima, non più nel loro corpo fisico. Ricordatevi di questa frase, perché in essa è racchiusa l’essenza stessa della guarigione miracolosa. Attraverso questo messaggio riuscirete a vedere la perfezione del creato in ogni cosa ed in ogni uomo che incontrate.

 

Carlo Zanni

                                                                                                                            

                                                                                                  

StampaStampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Angelsworld Bergamo mail : info@angelsworld.it