Il Potere curativo dell'Acqua

L’acqua è la risorsa fondamentale per tutte le forme di vita sul nostro pianeta, la sua qualità e la sua integrità sono essenziali per la loro sopravvivenza. Ci basti pensare che il nostro corpo è fatto per il 70% di acqua! Un sorprendente messaggio ci giunge dall’acqua attraverso le ricerche di Masaru Emoto.
Al
Dr. Masaru Emoto, scienziato e ricercatore giapponese,  venne l’idea di esporre l’acqua alle vibrazioni della musica, di parole sia scritte che dette e fin anche dei pensieri e preghiere. La scoperta straordinaria è che i cristalli di acqua reagiscono alle vibrazioni mutando di struttura.

Questo significa che l’acqua, sia quasi un nastro magnetico liquido in grado di registrare in modo molto sensibile le informazioni energetiche che riceve dall’ambiente.
Immaginate cosa può voler dire sottoporre il nostro corpo, fatto dal 70% di acqua, a vibrazioni benefiche con parole, pensieri, musica e preghiera. Se davvero l’acqua del nostro corpo sollecitata da melodie, frasi di amore e gratitudine e pensieri positivi può migliorare la sua struttura significa che il nostro stato fisico può migliorare. Non sarebbe male vero? Non significa che basti immergersi di pensieri di questo genere rivolti all’acqua del nostro corpo per guarire da ogni male ma se in questo ci fosse anche una piccola percentuale di verità, allora sarebbe davvero il caso di sperimentare! E così dovremmo fare pensando all’acqua di fiumi, laghi, mari. Pensate a quanto di negativo è sottoposta l’acqua del nostro pianeta! Se potessimo cambiare la struttura dell’acqua non sarebbe meraviglioso?!
Promotore di un nuovo progetto, che invita le persone ad inviare sentimenti di amore all’acqua che scorre in zone del mondo particolarmente a rischio, Masaru Emoto, avvicinandosi alle scoperte della fisica quantistica, spiega in questo nuovo straordinario incontro italiano quanto sia proprio la coscienza di ognuno di noi a co-creare la nostra realtà fisica. Io dico che varrebbe la pena di partecipare!
In diversi dei suoi libri Masaru Emoto dimostra come il ruolo del tutto unico dell’acqua nel trasportare la vibrazione naturale di parole come “gratitudine” e “amore“, possa aiutarci ad accogliere il cambiamento e a vivere una vita più positiva e felice. Introduce e spiega il concetto-chiave di risonanza, il veicolo attraverso cui viene trasmessa l’energia della forza vitale. Da questa conoscenza ricava lezioni che possiamo applicare alla nostra vita per raccogliere i frutti benefici della risonanza positiva, tra cui quello di avere relazioni più armoniose con gli altri, ristabilire la nostra salute e migliorare la nostra capacità di comunicazione con gli altri.

 

“L’acqua è sensibile a una forma d’energia sottile chiamata hado. È proprio quest’energia che agisce sulla qualità dell’acqua e sulla forma dei cristalli. […] In questo libro uso la parola hado per indicare tutta l’energia sottile esistente nell’universo.

Tutte le cose esistenti hanno vibrazioni, ossia hado. Quest’energia spesso è positiva o negativa e si trasmette facilmente ad altre cose esistenti. Il pensiero “sei uno stupido” ha un proprio hado, che l’acqua assorbe e, una volta gelata, esprime sottoforma di cristalli deformi. Al contrario, quando l’acqua viene esposta a pensieri positivi, si formano splendidi cristalli che riflettono uno stato positivo. L’hado, perciò, è profondamente coinvolto nelle implicazioni della risposta dell’acqua all’informazione.

Per illustrare ulteriormente il concetto di hado, userò l’esempio del diapason. Forse, alle elementari, vi sarà capitato di vedere questo strumento e di colpirlo con un martelletto di gomma chiedendovi come funzionasse. Facciamo un breve ripasso. Immaginiamo di avere tre diapason. Il primo e il secondo vibrano con una frequenza di 440 Hz, mentre il terzo, con una frequenza di 442 Hz. In altre parole, i diapason 1 e 2 vibrano 440 volte al secondo, mentre il diapason 3 vibra 442 volte al secondo.

Colpendo il diapason 1 con il martelletto di gomma, il diapason 2 che ha la stessa frequenza, comincia subito a vibrare, mentre il diapason 3 no. […]

Questa spiegazione da l’idea del fatto che hado è energia. Se due cose hanno la stessa frequenza, armonizzano, vibrano in sintonia. È facile capire, quindi, come noi umani possiamo produrre liberamente il nostro personale hado e come altre cose che hanno lo stesso hado possano entrare in sintonia con noi. Inversamente, anche noi possiamo armonizzare con un hado proveniente da altre cose. Ogni elemento del creato ha la propria vibrazione intrinseca. Mi riferisco a qualunque cosa, dalle molecole che compongono ogni sostanza, fino agli atomi che formano le molecole e le particelle subatomiche che compongono gli atomi. In altre parole, ogni particella subatomica ha la sua vibrazione intrinseca.

Il nostro corpo e la nostra mente sentono quest’influsso, a seconda della vibrazione con la quale sono in sintonia. Nei rapporti umani, si dice spesso di non essere sulla stessa lunghezza d’onda di qualcuno. Quest’affermazione è in relazione con vibrazione e risonanza. […]”.

Essendo il nostro corpo composto al 70% d’acqua, è facile intuire come questi stimoli possano facilmente influire in modo positivo o dannoso sulla nostra salute. Emoto invita ad attaccare un pezzo di carta con scritto “grazie”, “pace”, “amore” sulla vostra bottiglia d’acqua in modo che le scritte siano rivolte verso l’interno e di fare molta attenzione alle parole pronunciate proprio per non alterare la struttura dell’acqua che noi stessi possediamo.

Tratto dal libro di Masaru Emoto “Il vero potere dell’acqua

 

Fonte

http://compressamente.blogspot.it/2015/01/la-coscienza-e-il-potere-curativo.html

 

StampaStampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Angelsworld Bergamo mail : info@angelsworld.it